SOC Governance Clinico Assistenziale

Direttore Dr. Mauro Romilio

In questa sezione trovi tutte le procedure dell’Azienda Usl Toscana Centro inserite all’interno dei Dipartimenti e/o Area;

 

CONTATTI:

Per la ricerca delle procedure delle ex aziende Usl di Empoli/Firenze/Pistoia/Prato ed altre informazioni, potete contattare direttamente la struttura Soc Governance Clinico Assistenziale:  emailgovernance.clinicoassistenziale@uslcentro.toscana.it

Telefono: 0574/807285 - 0574/807253 - 0574/807203 - 0574/807234

 

 

Caricamento in corso...

Area Malattie apparato digerente, metaboliche e renali

Documenti

pdf PC.AMMR.02 Prevenzione e monitoraggio della Nefropatia da mezzo di contrasto (CIN)

96 download

PC.AMMR.02 Prevenzione e monitoraggio della Nefropatia da mezzo di contrasto (CIN)

SCOPO / OBBIETTIVI :

L’obiettivo del presente protocollo è quello di definire e condividere i criteri e gli strumenti per l’identificazione dei pazienti a rischio e di effettuare la prevenzione della nefropatia da mezzo di contrasto (CIN /CI-AKI), mediante la realizzazione dei seguenti obiettivi specifici:

  • condividere i criteri per definire i soggetti a rischio CIN;
  • fornire gli strumenti per migliorare l’appropriatezza delle decisioni sul tipo di indagine diagnostica o procedura più appropriata per i pazienti a rischio di CIN;
  • condividere e migliorare l’appropriatezza delle misure per ridurre il rischio di nefropatia da mezzo di contrasto.

pdf PC.AMMR.03 Protocollo clinico assistenziale per l’esecuzione e la lettura delle biopsie renali

43 download

PC.AMMR.03 Protocollo clinico assistenziale per l’esecuzione e la lettura delle biopsie renali

Scopi/obiettivi: 

Il documento definisce:

  • modalità di esecuzione e lettura della biopsia renale
  • modalità di preparazione e invio dei campioni al Laboratorio di Anatomia Patologica
  • modalità di gestione del referto da parte dei reparti/servizi richiedenti

Il documento si pone come obiettivi:

  • uniformare le modalità di esecuzione e lettura della biopsia renale
  • garantire l’affidabilità dei referti firmati dal patologo e dal nefrologo esperto in immunopatologia
  • migliorare l’adeguatezza del campione bioptico
  • istituire un archivio contenente i referti, i vetrini e le inclusioni in paraffina delle biopsie
  • migliorare la tracciabilità della richiesta, dei campioni e dei referti.